Il matrimonio non è annullabile se lui vuole sesso atipico

La Cassazione ha stabilito che la moglie non può chiedere l’annullamento del matrimonio a causa dei comportamenti bizzarri “sotto le coperte”, del marito; ma può solo chiedere la separazione con addebito o può denunciarlo per lesioni.

I giudici supremi, nella sentenza 3407, spiegano che i casi di annullamento sono tassativi e legati a fattori insuperabili, quali il transessualismo del coniuge o la sua totale impotenza; quindi non bastano, l’infertilità o pratiche sessuali eccentriche.

A tal proposito l’Alta Corte ha stabilito che anche se la moglie non riesce ad ottenere la cancellazione del matrimonio che la rende infelice, ha il pieno diritto a chiedere la separazione per l’insostenibilità del vincolo coniugale, con addebito al marito. Inoltre il marito può anche essere giudicato responsabile, civilmente e penalmente, di un comportamento lesivo della dignità, dell’integrità psico-fisica e della libertà di autodeterminazione del proprio partner.

By Redazione

This post was written by .

Published .

Posted in: Legale

Comments are closed.